Da metà ottobre, nuova campagna di raccolta fondi

Da metà ottobre, nuova campagna di raccolta fondi

News Visite: 183

L’arrivo della pandemia di Coronavirus ha causato uno sforzo organizzativo senza precedenti all’interno della nostra associazione.

 

Sono stati introdotti nuovi dispositivi di protezione individuali, ulteriori veicoli operativi, procedure per sanificare ciclicamente ambulanze, presidi medici e spazi della sede. La necessità di adeguare i protocolli di intervento, la flessibilità e il senso del dovere dei soccorritori hanno caratterizzato l’attività del nostro servizio ambulanza in questi ultimi interminabili mesi di emergenza. Un tempo che lascerà un solco profondo nella storia del nostro Ente e di tutta la popolazione. Una situazione che ha permesso altresì di misurare una risposta efficiente della nostra struttura e di tutto il sistema sanitario cantonale e nazionale. La pandemia è stata contenuta anche grazie alla grande risposta della popolazione, che ha imparato a tutelarsi, con il mantenimento della distanza sociale e le misure d’igiene individuale. Tutti abbiamo dovuto imparare a tutelarci. Anche dal punto di finanziario, è bene sapere che è possibile tutelarsi in caso di richiesta di intervento di un’ambulanza. La copertura di base della LAMal consente un indennizzo pari solo al 50% della fattura. Con il pagamento della quota di fr. 40.-- (persone singole) o fr. 70.-- (famiglia), il SAM offre importanti agevolazioni sul costo dell’intervento (vedi regolamento donatori su www.sam-mend.ch). Grazie a coloro che con una donazione ci sono vicini nel sostenere i costi supplementari di riorganizzazione del nostro servizio, sostenuti nell’anno della pandemia.
https://www.sam-mend.ch/donatori/donazione-online

Stampa